Archivio mensile:agosto 2015

Calabria. Il governatore Mario Oliverio: «Questo Sud deve entrare nei circuiti internazionali!»

Annunci

I Velk a Castrocaro

image

Musica & Spettacolo. Il gruppo Velk, di Reggio Calabria, tra i semifinalisti al 58° Concorso Voci Nuove di Castrocaro Terme. ph Adp/laltracalabria

http://www.laltracalabria.it

Quotidiani. «La Provincia di Cosenza». Soluri: «Una vicenda paradossale da risolvere al più presto!»

image

Catanzaro. Sull’inaudito, inspiegabile caso che – da circa un mese, in Calabria – ruota attorno al quotidiano La Provincia di Cosenza (o, per meglio dire, attorno alla sua nuova proprietà editoriale) creando peraltro non pochi disagi ai giornalisti che vi lavoravano fin dalla nascita di questa testata, si registra una ferma e decisa presa di posizione da parte del Consiglio regionale dell’Ordine dei Giornalisti, presieduto dal dott. Giuseppe Soluri.
«Quanto sta accadendo a La Provincia di Cosenza sa di grottesco»,  dichiara il presidente Soluri. «Una vicenda che peraltro resta ancora insoluta, a distanza di quasi un mese. I fatti sono noti:  il giornale cambia direzione e, all’improvviso, anche sede della redazione, senza che i redattori (che fino al 31 luglio avevano materialmente garantito l’uscita del quotidiano, nonostante l’editore non avesse ancora provveduto a regolarizzare il loro rapporto contrattuale) ne sappiano nulla. Informati da terzi del cambio di sede, i redattori bussano alla porta della nuova redazione ma viene loro impedito l’ingresso. Fatti assurdi, anche soltanto nel loro sviluppo materiale, che vengono denunciati dai redattori e che determinano una dura presa di posizione del Sindacato Giornalisti della Calabria e anche un’interrogazione parlamentare del Movimento 5 Stelle».
«Nel frattempo, La Provincia di Cosenza continua ad uscire sotto la firma del nuovo direttore responsabile e impaginata da nuovi redattori ingaggiati dalla nuova proprietà», spiega ancora il presidente Giuseppe Soluri. E aggiunge: «La vicenda, come detto, è grottesca. Ancor più se si considera che la nuova proprietà fa capo ad una azienda vitivinicola importante, conosciuta ed apprezzata (da poco entrata anche nel settore della sanità privata) e che non può avere alcun interesse a vedere offuscata la propria immagine a causa del nuovo impegno nel settore editoriale». «Mi auguro che questa vicenda paradossale trovi al più presto una soluzione ottimale», aggiunge il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri. «La Provincia di Cosenza è un giornale giovane che ha bisogno di recuperare spazi di mercato affidandosi ad una redazione che lavori con entusiasmo e con il riconoscimento pieno dei propri diritti. L’appello che l’Ordine ritiene di lanciare all’azienda editrice», sottolinea il presidente Soluri, «è quello di considerare e riconoscere l’appassionato lavoro svolto dalla vecchia redazione reintegrandola subito nel progetto, perché rappresenti (unitamente ai nuovi giornalisti coinvolti) la forza trainante e determinante per una sempre maggiore presenza del giornale nel panorama editoriale calabrese». «Qualunque altra scelta», conclude il presidente regionale dell’Ordine dei Giornalisti, Giuseppe Soluri, «non potrà che danneggiare il progetto editoriale e tradursi in un pesante danno d’immagine per una proprietà che, nei settori in cui è da tempo presente, ha sempre esibito la qualità e la correttezza aziendale come marchi di fabbrica».
Fonte: L’altra CalabriaDaily News > http://www.laltracalabria.it 
http://noigiornalisti.tumblr.com

Oliverio a Montepaone Lido: «La Calabria per Renzi? È una Prova del Nove»

image

Montepaone Lido (CZ). Nel «faccia a faccia» tra il governatore della Calabria, Mario Oliverio, e i giornalisti delle testate calabresi – svoltosi presso il «Marina Blu» di Montepaone Lido – si sarebbe dovuto discutere per lo più dei problemi impellenti della regione e di come il nuovo esecutivo (ufficializzato lo scorso 21 luglio) intende fronteggiarli. E invece, a fare da filo conduttore a questo atteso incontro con la Stampa – dopo una rapida carrellata sui primi nove mesi di legislatura – è stata prevalentemente, per così dire, la «connessione» tra governo centrale e governo regionale. «Tra me e Matteo Renzi intercorre un rapporto che possiamo definire idilliaco», ha detto Oliverio, «anche se ci sono stati momenti (se non proprio di tensione) di discussione e di non condivisione. Il problema vero, allo stato attuale, consiste invece nel rapporto tra il Governo della nazione e la Calabria; rapporto che legittimamente dovrebbe, anzi deve, svilupparsi attraverso un’interlocuzione col presidente della Regione, che – in questo periodo storico – sono io. Sia ben chiaro, non misuro il presidente del Consiglio in base alla “maglietta” (che, dopotutto, è uguale alla mia)  ma lo misureremo dal rapporto che riuscirà ad intraprendere con la nostra regione».
«Intanto», ha aggiunto Oliverio, «al premier Renzi devo riconoscere il merito di aver riacceso, anche in conseguenza del rapporto Svimez, i riflettori sul Sud. La riunione della Direzione del Pd sul Mezzogiorno ha rappresentato un fatto importante. E non è stata fine a se stessa. Per settembre, peraltro, è previsto a Milano un incontro con i presidenti Pd delle Regioni meridionali e nel capoluogo lombardo verrà reso noto il Masterplan sul Mezzogiorno».

http://www.laltracalabria.it